nos •Jo Man herren - 13222332LW Liu ntsvzl4651-LIU •JO MAN

Giacca Ash in tessuto tecnico mytheresa grau
Body in crêpe con scollo profondo boohoo crema Top con spalle scoperte
Pantalone Dsquarot2 herren - 13275063AH
Felpa Akris Punto damen - 12322855WJ
Pul r Boutique Mos no damen - 39786403MD

Giubbotto Jeans Dsquarot2 damen - 42630398VJ
Camicia A Quadri Guglielminotti herren - 38802639HP

I ricercatori della Fondazione Veronesi
2019

T-Shirt Balmain herren - 12288360GK

Akihiro Maeda

Giubbotto Jeans Scotch & Soda herren - 42691792IS

La ricerca in numeri

Giubbotto Low Brand herren - 41842613RK Le borse di studio che sosteniamo

Newsletter

Camicia A Righe Lacoste herren - 38843627VS Iscriviti alla Newsletter

I BLOG della Fondazione Veronesi

I tool della salute

Pantaloni Jeans Pt05 herren - 42697286CV

AREA DOWNLOAD

Cardigan Twinset damen - 39406559SX
Camicie E Blause Tinta Unita L'agence damen - 38777560GB
Vestito Corto Ultra' c damen - 34908306QD

Da non perdere

Pantaloni Jeans Armani Jeans damen - 42733816LD
Camicia Tinta Unita Oamc herren - 38799439QC Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Pantalone Après Surf damen - 13242660PJ

Un anticorpo monoclonale, il teplizumab, potrebbe ridurre la distruzione delle cellule beta del pancreas nei pazienti ad alto rischio (chi ha già un parente malato)

12-06-2019
Casual Attitude IHOUNOU grau - Consegna gratuita Spartoo - Abbigliamento Maglioni damen 22,50 «Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

«Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

Da oggi disponibili in rete i video realizzati dagli adolescenti in cura (o curati) all'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per rispondere ai dubbi dei coetanei che si ammalano di cancro

10-06-2019
nos At.P.Co herren - 13131931IF

L’ingiustificata euforia di una partita inutile spinge Ancelotti a sbagliare formazione. Creativo nei fuochi d’artificio, l’allenatore chiede più che al Napoli a se stesso troppi favori. Il primo, dimentica la squalifica di Allan e Koulibaly, due colossi in fare difensiva. Secondo, offre un imbarco da ultimo minuto a Verdi, che arriva come un figurante di ultima fila proprio a Bologna, dove aveva lasciato discreti ricordi. Terzo, rimette in vetrina Insigne, ogni riferimento al mercato non è casuale. Ancelotti è uomo di coraggio, e ora ne trova ancora di più. Con consapevole imprudenza lascia fuori Callejon, un vigile inflessibile della fascia destra, per far posto ad un sempre più scolorito Verdi. Non lo trova invece Mertens, tra i migliori per prontezza e ubiquità tattica contro l’Inter. I vizi strutturali sono mascherati nei primi 25 minuti dal Napoli ben disposto in fase attiva. Crea molto, tira spesso, sbaglia troppo. Insigne insiste con il suo interno destro, tentativi deboli e fuori porta. Il Bologna concede campo, ma ha gli uomini giusti per recuperarlo presto. Pulgar e Dzemail spingono e marcano. Sono i due mediani del 4-2-3-1. Soriano e l’inossidabile Palacio si uniscono al coro per lanciare Santander, bravo in fase difensiva e audace nelle ripartenze, puntuale per il primo gol di testa. Il Napoli aveva più volte rischiato sulle palle alte con difesa mai piazzata e senza Koulibaly. Inevitabile il raddoppio di Dzemaili con un tiro perentorio a palla scoperta, perché il Napoli si sfilaccia ad ogni assolto del Bologna. Ancelotti si pente della sua incauta generosità con Verdi e Insigne. Sono i primi che elimina. Perché impalpabili in avanti e assenti in fase difensiva. Verdi non è Callejon, come Insigne non vale l’ultimo Mertens. Di più: Luperto non è Koulibaly, Albiol perde nel gioco alto, Zielinski non è Allan, Younes si incarta con la palla finché non trova a chi darla, solo Fabian Ruiz dà qualche lampo di genio, per emergere nella ripresa, prova ad essere l’anima di una più equilibrata. Callejon attiva il suo settore, sull’altro versante Ghoulam si candida per una grande stagione, non è un caso che segni lui il primo gol. Milik apre spesso a destra per lasciare spazio a Mertens, e non è un caso che assegni lui il secondo, ispirato da Younes che per una volta sa a chi dare la palla, l’esclusione di Dzemali slega Zielinski che coglie il 27esimo palo. Se i numeri contano, la classifica chiude con 79 punti, 12 meno dell’anno scorso e qualche bocciato. Un nome: Verdi. Ma Insigne e Milik sono a malapena rimandati.

Alcaçuz Pantaloni crop Ler - Di Farbee grau farfetch grau Pantaloni dritti

News dalla Fondazione

Camicia In Lino Bastoncino herren - 38846445JF
Pul r Emilio Pucci damen - 39974233PH
Tuta One Piece Myf damen - 54167136EC
Noisy May - Jeans skinny spalmati - schwarz asos neri Jeans
Polo Play Up herren - 12069125SS 28-05-2019

Fondazione Umberto Veronesi al Festival della fantascienza